Fino al 5 agosto l’iniziativa di sensibilizzazione di Fondazione ANIA e Polizia di Stato
Vieste, #nonrischioperché: al via la campagna sulla sicurezza stradale

E' partita ieri  a Vieste la campagna   di  sicurezza  stradale  sui  rischi legati  alla guida in  stato di  ebbrezza  e  sotto  l'effetto  di sostanze  stupefacenti,  denominata ‘nonrischioperchè',  organizzata dalla Polizia Stradale e dalla Fondazione ANIA. L'iniziativa prevede una fase informativa, con l'impiego di personale della Polstrada affiancato da hostess e steward  messi a disposizione della menzionata Fondazione, ed una fase operativa di prevenzione sul territorio. Non va dimenticato, infatti,  che solo nell'ultimo anno sono 3.653 le persone che hanno perso la vita sulla strada e una vittima su cinque aveva meno di 30 anni.

 

Fino al 5 agosto, la Polizia Stradale e gli operatori dell'Ania  hanno programmato una serie di attività rivolte a tutti gli automobilisti. Ogni giorno, dalle 15 alle 21, il van dell'iniziativa sosterà nelle piazze e vie principali dando  la possibilità di partecipare ad un quiz sulla sicurezza stradale e di svolgere prove di guida sicura al simulatore. Personale della Polizia Stradale svolgerà attività di sensibilizzazione e prevenzione, rivolte soprattutto ai giovani, mediante dimostrazioni pratiche circa l'utilizzo di apparecchiature quali etilometro, telelaser, autovelox e precursori. In tale attività gli operatori saranno affiancati da hostess e steward, della Fondazione ANIA, che realizzeranno un'attività di ‘guerrilla marketing' proponendo un instant quiz sulla sicurezza stradale e distribuendo gadget, alcoltest monouso e materiale informativo. Tutte le persone coinvolte nell'iniziativa verranno invitate a condividere un pensiero contro gli incidenti stradali usando, sui principali social  network, l'hashtag #nonrischioperchè.  

 

L'ANIA, inoltre, metterà a disposizione del pubblico un furgone appositamente allestito con simulatori di guida sul quale i giovani potranno cimentarsi in prove di guida sicura. Al fine di rendere più incisiva l'azione di prevenzione e contrasto dei comportamenti più pericolosi, sarà incrementato il livello quantitativo delle verifiche sulle condizioni psico-fisiche dei conducenti. Lungo le arterie viarie della provincia, compresa quella autostradale,  di collegamento con le località di ritrovo dei giovani   saranno attivati posti di controllo  con l'impiego di precursori per lo ‘screening' veloce dei conducenti per verificare la positività derivante dall'assunzione di sostanze alcoliche e stupefacenti e con l'utilizzo di etilometri per l'accertamento della guida in stato di ebbrezza alcolica. In tale attività ci si avvarrà della preziosa collaborazione delle A.S.L.  locali  per  i controlli sui conducenti in stato di alterazione psicofisica per uso di sostanze stupefacenti.

 

Saranno incrementati anche i controlli statici per la repressione delle violazioni dei limiti di velocità con l'impiego di misuratori di velocità. La campagna di sicurezza stradale #nonrischioperchè sarà abbinata alla mostra fotografica itinerante della Polizia Stradale ‘Altra strada non c'è' dedicata ai 66 anni di vita della Specialità che  verrà collocata  in prossimità del furgone allestito con i simulatori di guida della Fondazione ANIA. Due operatori della Polstrada saranno  a disposizione del pubblico per un percorso guidato delle immagini della rassegna.