Bari, ’Pol.I.S.’: contrastare le povertà con percorsi di inclusione attiva
Martedì 3 giugno l’incontro presso la sede della Regione Puglia
Bari, ’Pol.I.S.’: contrastare le povertà con percorsi di inclusione attiva

L'incontro per il ‘Gruppo di lavoro con l'Osservatorio Regionale delle Politiche Sociali', nell'ambito del Progetto ‘Pol.I.S. – Politiche per l'Inclusione Sociale', si svolgerà martedì 3 giugno dalle ore 9.30 alle ore 17 a Bari presso la sede della Regione Puglia in Via Gentile n. 52. La giornata di lavoro intende promuovere un confronto tra le risultanze della Ricerca Empirica Partecipata realizzata nel Progetto ‘Pol.I.S.' nei mesi scorsi e la programmazione sociale dei Piani di Zona 2014-2016, in particolare le policies locali di lotta alla povertà sul territorio regionale, approfondendo con gli Ambiti territoriali i caratteri emergenti, le questioni principali, gli elementi prospettici per l'implementazione degli interventi dell'Asse/Priorità strategica di intervento Contrastare le povertà con percorsi di inclusione attiva del PRPS 2013-2015.

 

Il Progetto è finanziato dalla  Regione Puglia nell'ambito del P.O. Puglia FSE 2007-2013 – Asse VII – Capacità istituzionale - Area Tematica 1 - Politiche per il contrasto delle nuove povertà e dei rischi di marginalità sociale connessi alla crisi economica e del mercato del lavoro.

 Il soggetto attuatore del Progetto è una ATS composta da

  • I.R.E.S.S. - Istituto Regionale Emiliano-Romagnolo per i Servizi Sociali e sanitari, per la ricerca applicata e la formazione - Soc. Coop. a r.l. – soggetto attuatore – società mandataria - www.iress.it
  • ESCOOP – Cooperativa Sociale Europea sce – società mandante - www.escoop.eu

 

Il Progetto Pol.I.S. mira a realizzare una azione di capacity building rivolta al sistema regionale di governance multilivello che presiede l'Area di policy Povertà: dalle strutture dell'Assessorato al Welfare – Settore Programmazione Sociale e Integrazione Sociosanitaria, e in particolare dell'Osservatorio Regionale delle Politiche Sociali fino alle strutture di Ambito territoriale (Uffici di Piano in particolare), livello in cui le politiche vengono implementate secondo un principio di sussidiarietà verticale ed orizzontale con il Terzo settore.