Elementare e materna in un unico plesso, in via Cavolecchia.
Manfredonia, la nuova scuola dell’infanzia ’San Giovanni Bosco’

E' stata onaugurata l'altro giorno la nuova scuola dell’infanzia 'San Giovanni Bosco'. Il taglio simbolico del nastro è stato effettuato dal sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, e dall’assessore ai Lavori Pubblici, Salvatore Zingariello. 'Nuova' perché ora, grazie all’ampliamento appena terminato, “la scuola dispone di una struttura che soddisfa le esigenze dei sempre più numerosi bambini che la frequentano” dice il sindaco Riccardi. Presso la scuola elementare 'San Giovanni Bosco', infatti, è aggregata la scuola materna 'San Salvatore', ma quest’ultima era costituita da tre sezioni che avevano sede in un’unica struttura interna al plesso scolastico. “Originariamente – spiega l’Assessore Zingariello - era stata destinata a refettorio scolastico e, quindi, era priva di ambienti che potessero essere ritenuti idonei sia per accogliere tutti i bambini e sia per garantire loro gli spazi sufficienti per le varie attività didattiche”.

 

L’Amministrazione ha dato incarico ai propri tecnici di effettuare sopralluoghi e, avvalendosi della presenza del dirigente scolastico, si è constatata la necessità di ampliare la sede della scuola materna realizzando una struttura adiacente alla precedente. “Durante l’esecuzione dei lavori la direzione scolastica – aggiunge Salvatore Zingariello - ha chiesto di adottare soluzioni per far fronte all’aumento del numero delle classi, per le nuove iscrizioni sopraggiunte e per le nuove normative che regolano il servizio mensa. Si è così concordato di razionalizzare al meglio gli spazi utilizzando la nuova costruzione per ospitare aule da utilizzare per le attività didattiche, mentre quella già esistente per le attività ricreative e di mensa”.

 

Piccole modifiche e variazioni impiantistiche che non hanno alterato il progetto originario, ma che sono servite per venire incontro alle sopraggiunte e imprevedibili esigenze dei bambini che si recano quotidianamente, sotto lo sguardo vigile dei propri genitori, nella struttura scolastica in questione.