La piccola di sei anni deve essere sempre collegata ad un respiratore
Bimba con la sindrome di Bruck, ‘adottata’ da Casa Sollievo della Sofferenza

E' stata adottata dall'ospedale di San Giovanni Rotondo ‘Casa Sollievo della Sofferenza', nel pieno della tradizione di accoglienza e solidarietà voluta da padre Pio. Lei è Donatella, una bambina di sei anni che soffre dalla nascita di una malattia rarissima, la sindrome di Bruck, che la costringe ad essere collegata ad un respiratore in modo permanente e a non camminare. Una situazione di disagio e di difficoltà che, col tempo, anche per problemi familiari, ha allontanato i suo genitori, che hanno deciso di abbandonarla nella struttura ospedaliera di San Giovanni Rotondo. Di qui, la decisione della Direzione sanitaria di presentare, insieme ai Servizi Sociali del Comune di residenza della piccola, la richiesta di adozione. Richiesta accolta dal Tribunale per i Minorenni di Bari, anche se l’iter di adozione deve essere ultimato. Nel frattempo, però, Donatella è stata affidata alle cure e all’affetto del personale medico, infermieristico e amministrativo dell’ospedale.