Promosso dall’Amministrazione Comunale sarà gestito dalle associazioni cittadine in rete
Bari, in Piazza Balenzano un presidio sociale a sostegno delle persone senza fissa dimora

È stato inaugurato ieri pomeriggio in piazza Balenzano, nei pressi del mercato Guadagni, il nuovo presidio sociale gestito dalle associazioni cittadine impegnate nelle attività di volontariato a sostegno delle persone senza dimora. Si tratta di uno spazio di circa 40 metri quadrati, composto da due stanze e un bagno, accessibile da due entrate. I lavori di riqualificazione dei locali, dell'importo di circa 17mila euro, sono stati sostenuti dalla ditta 'De Carne Onofrio rappresentanze' in risposta all'avviso di sponsorizzazione tecnica pubblicato dall'assessorato al Welfare a copertura dell'intervento di manutenzione. All'esterno, invece, per le attività all'aperto, sono stati montati tre gazebo offerti da Ikea e alcune delle panchine un tempo ubicate in via Sparano. All'inaugurazione è intervenuto anche il sindaco Antonio Decaro: “Ci sono state tante situazioni da quando faccio il sindaco in cui ho incrociato gli occhi della povertà fino a quando un giorno ho visto gente che mangiava le lenticchie sotto la pioggia, in piatti che si riempivano di acqua. Quel giorno mi sono reso conto ancora di più che il sindaco è il sindaco di tutti, ma ci sono dei cittadini che sono più cittadini degli altri e sono le persone in difficoltà, alle quali dobbiamo tendere tutti una mano".

 

“Oggi, grazie alla solidarietà della ditta De Carne - ha commentato l'assessora al Welfare Francesca Bottalico -, inauguriamo un nuovo presidio sociale che sarà animato con la collaborazione e la sinergia tra le associazioni cittadine che si occupano delle persone più fragili. Con loro abbiamo aperto un tavolo per elaborare il primo piano cittadino di contrasto alla grave marginalità adulta. Perciò, grazie anche a questo luogo, ci auguriamo di dare il via a una serie di attività che verranno realizzate sia sul versante della povertà alimentare sia su tutte le altre povertà, da quelle abitative a quelle sociali più in generale”. “Il nastro che abbiamo appena tagliato - ha dichiarato Gianni Macina, presidente dell'associazione In.Con.Tra. - rappresenta l'inizio di tanti percorsi diversi che porteranno molte associazioni e reti di associazioni a fornire dei servizi per le persone indigenti e i senza dimora con la forza e l'enfasi del mondo del volontariato”.

 

Il presidio permetterà alle associazioni di distribuire beni prima necessità in supporto alla rete di realtà parrocchiali e associative sotto il coordinamento dell'associazione In.Con.Tra..

Le realtà coinvolte assicureranno la propria presenza tutti giorni della settimana, dal lunedì alla domenica, secondo la seguente turnazione:

  • Lunedì: Terzo ordine della Madonna del Pozzo
  • Martedì: Comunità di Sant'Egidio
  • Mercoledì: Cappellania e volontari San Marcello
  • Giovedì: In.Con.Tra.
  • Venerdì: Sant'Antonio e Monfortani della Cattedrale
  • Sabato: In.Con.Tra.
  • Domenica: In.Con.Tra..

 

I volontari saranno affiancati dall'UNITALSI dalla rete di associazioni del progetto PIAF - Programma di Interazione per l'Assistenza alla Famiglia, di seguito elencate: ACAT nicolaiana, associazione prof. Damiani, Avvocati di strada, Ama Cuore Bari, Anima Urbana, Fratres – Ala Azzurra, G.V.V. - Gruppi Volontariato Vincenziano e Insieme per Ricominciare.