Il bando della Regione Puglia rivolto alle associazioni di volontariato
’Capo Free – Ghetto Off’, avviso di finanziamento per la gestione dei campi

"Lunedì sarà pronta l'area nei pressi dell'Azienda Fortore nella quale troveranno ospitalità i primi migranti che attualmente vivono nel Ghetto. Sono poi circa 500 gli ospiti del Ghetto che si sono iscritti alle liste di prenotazione per il lavoro nelle campagne, scegliendo così noi come interlocutori al posto dei caporali". E' così che ieri l'assessore alla Legalità della Regione Puglia, Guglielmo Minervini, ha fatto sapere attraverso la sua pagina facebook che dalla prossima settimana il progetto ‘Capo free – Ghetto off' entrerà nel vivo. Si tratta, come scritto più volte, di un progetto promosso dalla Regione Puglia per smantellare e chiudere il ghetto di Rignano e dare vita ad un'esperienza virtuosa di accoglienza. In che modo? Attraverso l'allestimento di almeno cinque tendopoli provviste di servizi idrici, energetici e di rete fognaria capaci di accogliere 250 migranti ciascuno. Secondo quanto comunicato da Minervini, dunque, la prima tendopoli allestita sarà quella nei pressi dell'Azienda Fortore.

Proprio per questo, è stato pubblicato l'Avviso di finanziamento rivolto alle associazioni di volontariato di promozione sociale, nell'ambito del progetto ‘Capo Free – Ghetto Off'. L'avviso è valido ai fini dell'affidamento della gestione dell'accoglienza e dei servizi alla persona presso le previste cinque strutture temporanee per l'accoglienza dei lavoratori stagionali. Termine di scadenza per la presentazione della candidatura: ore 12.00 del giorno 11 luglio 2014. La candidatura deve pervenire a: Regione Puglia - Servizio Politiche Giovanili e Cittadinanza Sociale - Ufficio Immigrzione Lungomare Nazario Sauro n. 33, Bari.